talpa nell'ortoLe talpe stanno rovinando il vostro orto o giardino? Se vi può consolare non siete gli unici! Le talpe sono piccoli mammiferi molto diffusi in Italia e in gran parte dell’Europa. Sono animali che non si nutrono di vegetali ma solo di insetti presenti nel sottosuolo e che trovano scavando nel terreno, dove trascorrono gran parte del loro tempo, costruendo complessi sistemi di gallerie sotterranee.
Le gallerie più profonde vengono sfruttate come tane per la riproduzione e il riposo, mentre altre più superficiali sono utilizzate come terreno di caccia e possono arrivare a ricoprire aree molto vaste, anche fino a 100 metri quadrati. Le gallerie di caccia scavate a minore profondità sono quelle che smuovono il manto erboso lasciando un segno irreparabile e inconfondibile. Nei casi più frequenti questi tunnel sono usati una sola volta e quindi richiuderli non è di nessuna utilità perché presto saranno sostituiti da altri.
Piccole montagnole, buche profonde e cumuli di terra sparsi un po’ dappertutto segnalano la presenza delle talpe poiché, durante il giorno, è quasi impossibile imbattersi in uno di questi piccoli animali che hanno prevalentemente vita notturna e sono dotati di scarsa vista ma di un olfatto e un udito straordinari.
talpe nel giardinoLe talpe, nonostante tutto, sono animali utili all’ecosistema perché, scavando nel terreno, lo liberano da insetti nocivi di cui si nutrono e aiutano ad arieggiare il terreno; ma questa loro abitudine di scavare cunicoli sotterranei, in aree così estese, le rende dannose per l’estetica di giardini e prati. Possono anche essere particolarmente nocive per l’economia delle zone agricole; infatti la loro fitta rete di gallerie procura gravi danni alle radici di molte piante e alle verdure, vanificando la fatica di giardinieri e contadini.
Esistono però sul mercato ottimi prodotti specifici che possono risultare molto utili se non indispensabili, per salvaguardare gli orti e i giardini e preservarli dall’invasione di questi fastidiosi animali.

Come liberarsi delle talpe definitivamente

Per liberarsi definitivamente delle talpe in giardino esistono sostanzialmente due metodi che funzionano veramente: ucciderle con le trappole o provare ad allontanarle con i repellenti ad ultrasuoni. Consiglio sempre di provare prima con i repellenti che sono più semplici e “meno cruenti” da usare.

Repellenti ad ultrasuoni (allontanano le talpe, facili da usare, efficacia mediocre)

Il repellente ad ultrasuoni è un buon prodotto contro le talpe, basta piantarlo nel terreno dove si avvistano le talpe più spesso e grazie alla sua azione dovrebbero allontanarsi dal tuo giardino e orto. Ne esistono di molte marche diverse ma tutti funzionano allo stesso modo. Il repellente emette una profonda vibrazione sonora che si diffonde in tutte le direzioni attraverso il terreno in un area di 20-30 metri, funziona ad energia solare quindi non ha bisogno di batterie. Questo metodo è consigliato in quanto è facile da usare, innocuo per animali domestici e umani, anche se in alcuni modelli il suono del dispositivo potrebbe dare fastidio. E’ 100% ecologico e non contiene sostanze chimiche. Se avete un piccolo giardino è il prodotto che vi consiglio contro le talpe. La sua efficacia non è infallibile, specie con gli esemplari più grandi, ma vi potrebbe evitare di usare le trappole, che sono senza dubbio un metodo piu drastico.

Trappole per talpe (uccidono le talpe, difficili da usare, efficacia garantita 100%)

trappole per talpeSe le talpe vi hanno veramente stancato e non riuscite ad eliminarle in nessun modo è il momento di passare ai metodi drastici. Le trappole per talpe non lasciano al povero animaletto nessuno scampo e lo uccidono all’istante. Basta azionare il meccanismo a molla e posizionarle dentro ad una galleria. Le talpe, per spostarsi di notte, tendono ad usare le gallerie che hanno già scavato, proprio qui va posizionata la trappola. Ne esistono di varie tipologie, le più comuni sono quelle ad artiglio e quelle a tunnel. Entrambe funzionano allo stesso modo, grazie ad un meccanismo a molla uccido all’istante la talpa che tocca il meccanismo. Il meccanismo è molto simile a quello di una trappola per topi. Detto questo devo dare qualche ulteriore indicazione; bisogna prestare particolare attenzione quando si posizionano perché potrebbero farvi male alle dita, consiglio di usare dei guanti abbastanza solidi per precauzione. Se avere degli animali domestici in giardino vi consiglio di seppellire bene la trappola perché altrimenti potrebbe far male al tuo cane o gatto.
Uccidere un animale non è mai bello, ma se gli altri metodi non funzionano e volete preservare il vostro orto o giardino non avete altre opzioni. Quindi se volete eliminare le talpe a tutti i costi utilizzate queste trappole. Se non avete capito bene come si piazzano basta leggere le istruzioni contenute nel prodotto o cercare qualche video tutorial su youtube. Non è difficile.

Accorgimenti utili e prevenzione contro le talpe

Esistono sistemi e rimedi utili per prevenire una nuova invasione di talpe, come quelli riportati qui di seguito, ma possono servire solamente per evitare che la questione si ripresenti. Prima è necessario rimuovere il problema eliminando questi piccoli invasori in modo che non infestino i terreni in maniera irreparabile riproducendosi e rendendo la situazione ingestibile.

1) Utilizzare piante repellenti.
anti talpa in giardinoAlcune piante esercitano un particolare effetto repellente sulle talpe. La loro azione però risulterebbe alquanto ridotta e limitata ai pochi metri circostanti. In ogni caso, se volete provare, una di queste piante è la fritillaria o corona imperiale che nel mese di maggio produce magnifiche infiorescenze rosse, arancioni o gialle; l’odore dei suoi bulbi disturba le talpe, ma il suo raggio di azione è solo di circa 1 metro. Un’altra pianta repellente per questi animali è l’euphorbia che produce un lattice tossico e rilascia un odore sgradevole che allontana le talpe per 2-3 metri dalla pianta.
Se il terreno è di grandi dimensioni questo metodo è sconsigliato perché troppo costoso e faticoso.

2) Evitare di depositare avanzi di cibo.
Sembra che le talpe siano particolarmente attratte dagli avanzi di cibo e dai rifiuti organici in generale. Vengono guidate verso di essi dal sensibile olfatto che le contraddistingue. Per questo motivo potrebbe essere utile non posizionare i contenitori dei rifiuti domestici e le compostiere per la raccolta dell’organico nelle immediate vicinanze dell’orto o del giardino, ma creare una zona alquanto isolata e lontana da essi e che non rischi di risultare interessante per la creazione di gallerie e cunicoli da parte delle talpe.

3) Adottare un gatto.
La presenza di un gatto che perlustra orto e giardino può contribuire a creare un elemento dissuasore poiché, essendo un predatore molto attivo è probabile che possa andare a caccia di talpe oltre che di topi.

4) Adottare un cane.
Consentire a un piccolo cane di correre e scorrazzare in giardino può essere utile perché il calpestio delle sue zampe disturba le talpe, dotate di un finissimo udito, allontanandole.

5) Posizionare elementi di disturbo nelle gallerie.
Una soluzione alternativa potrebbe consistere nell’introdurre all’interno delle gallerie e dei cunicoli scavati dalle talpe degli elementi di disturbo, come per esempio rami, pietre, ricci di castagne o altro ancora, che non consentano di poterle percorrere facilmente, costringendole a trasferirsi altrove. Vi consiglio in ogni caso di installare trappole per talpe in questi punti per risolvere il problema una volta per tutte.

6) Realizzare orti e giardini con letti rialzati.
Le talpe riescono a introdursi con più facilità in orti e giardini caratterizzati da un tipo di terreno piuttosto soffice e cedevole, facile da scavare e da attraversare, e sprovvisto di recinzioni. L’accesso a giardini e orti a letti rialzati non sarà così semplice per le talpe, soprattutto se realizzati creando dei cassoni delimitati da tavole di legno impiantate nel terreno.

7) Utilizzare recinzioni in rete metallica.
E’ consigliabile impiegare reti metalliche per realizzare una recinzione del proprio orto o del proprio giardino, ma la rete dovrà essere posizionata a una profondità di almeno 50 centimetri (e fare ciò non è affatto semplice), attorno all’area che si desidera proteggere. E’ necessario che la scelta ricada su reti metalliche a maglia stretta da posizionare prima, proprio per prevenire l’arrivo delle talpe, soprattutto se i terreni vicini ne sono infestati.

8) Allagare le gallerie con un notevole impiego d’acqua.
allagare gallerie delle talpeDopo aver spostato, con un badile, il cumulo di terra che contraddistingue la montagnetta creata dalle talpe durante la fase di scavo delle gallerie, si introduce nel cunicolo sottostante un getto continuo di acqua in quantità sufficiente ad allagarla e a costringere così le talpe ad abbandonare quel terreno per dirigersi verso altri obiettivi più accessibili.

Conclusioni

Le talpe sono animali utili e importanti per l’equilibrio ecologico, oltre che innocui per l’uomo; esse infatti, grazie alla loro voracità eliminano una grande quantità di insetti anche nocivi per le coltivazioni e arieggiano e dissodano il terreno; sono animali minuscoli, più piccoli dei criceti e dei topi, ma le buche che realizzano, quando escono dal terreno sono enormi per le loro dimensioni.
Abbiamo visto numerosi consigli che possono essere utili per prevenire l’arrivo delle talpe ma non sono sicuramente efficaci per allontanarle; una volta che questi animali si sono insediati nel terreno risulta particolarmente difficoltoso riuscire a debellare la loro fastidiosa presenza. In questo caso le soluzioni possono essere soltanto tre: usare trappole, usare repellenti o continuare ad avere il giardino o l’orto rovinato. Le talpe inoltre si riproducono molto velocemente, i piccoli vengono custoditi nelle tane più profonde e i nuovi nati, dopo poche settimane, iniziano ineluttabilmente il loro frenetico lavoro di scavo.
La prevenzione può essere vantaggiosa solo dopo aver eliminato questi fastidiosi animaletti utilizzando prodotti specifici che possano garantire una riuscita sicura, tenendo in debita considerazione la salvaguardia delle piante dei nostri giardini e le verdure del nostro orto. La fatica e il lavoro impiegati per le coltivazioni e per la cura delle piante può essere vanificata in una sola notte a causa della presenza di questi piccoli animali all’apparenza innocui ma capaci di produrre danni ingenti.