cocciniglia cotonosa 2La cocciniglia è uno tra i più comuni parassiti delle piante. Saperla riconoscere ed eliminare è di grande importanza per la salute delle vostre piante ed orti. Questo parassita infatti provoca un indebolimento strutturale della pianta causandone anche la morte.
La cocciniglia cotonosa in particolare, una delle specie più infestanti, risucchia e si nutre della linfa vitale della pianta e produce una secrezione zuccherina bianca con una consistenza simile al cotone.
L’infestazione di cocciniglia, se trascurata, può portare alla morte della pianta quindi vi consiglio di agire SUBITO per eliminarla con i metodi e prodotti migliori.

Come riconoscere la cocciniglia

coccinigliaEsistono circa 7000 specie di cocciniglia, queste differiscono molto in colore e dimensione. Nonostante ciò riconoscere la cocciniglia risulta facile. Si tratta di piccoli insetti, spesso bianchi, della dimensione di pochi millimetri. Vivono in colonia e spesso se ne possono vedere molti sulle piante. Un altro segno dell infestazione di questi parassiti è il deperimento della pianta. La cocciniglia si nutre di linfa e ciò lascia la pianta, soprattutto la parte superiore, senza nutrimento. Questo porta spesso alla caduta delle foglie o inizialmente, alla comparsa di macchie chiare su di esse.
La cocciniglia cotonosa è una delle specie più infestanti e si può riconoscere ancora più facilmente in quanto, dopo essersi nutrita della linfa delle piante, secerne una sostanza bianca chiamata melata. Questa sostanza zuccherina è bianca e filamentosa, simile al cotone, dalla quale prende il nome.

Nonostante sia facilmente individuabile, la cocciniglia è veramente difficile da eliminare se non si hanno gli strumenti giusti. Sono insetti molto resistenti e secernono un liquido ceroso che usano come protezione. Per questo non esistono metodi naturali efficaci contro di loro, oltretutto la maggior parte degli insetticidi non risolve il problema. Servono infatti pesticidi specifici in quanto quelli normali, che funzionano “a contatto” sono inutili.

Come eliminare la cocciniglia cotonosa

cocciniglia cotonosaAbbiamo già visto che la maggior parte dei pesticidi risulta inefficace contro questi insetti. L’unico rimedio naturale funzionante sarebbe la potatura massiccia delle parti infestate. MA NON PREOCCUPATEVI, esistono ottimi prodotti specifici contro la cocciniglia normale e cotonosa che ti possono aiutare.

Olio minerale (economico, biologico, lento)

L’olio minerale è un valido prodotto contro la maggior parte delle specie. Il suo funzionamento è molto semplice. Questo prodotto agisce per asfissia; l’olio crea una patina attorno alla cocciniglia e gli impedisce di respirare causandone la morte. È un metodo molto pratico ed economico ed è uno dei migliori da utilizzare nei mesi caldi. È considerato un prodotto biologico in quanto non contiene pesticidi. L’unica pecca, se avete un orto o un giardino, è che questa patina oleosa non si rimuove facilmente neanche con l’acqua; è quindi opportuno aspettare circa 20 giorni prima di mangiare i frutti.

Spray insetticida (economico, chimico, veloce)

Questi prodotti contengono, oltre al classico olio minerale, anche sostanze chimiche capaci di eliminare le cocciniglie normali e cotonose in tempi minori. Ritengo che sia il prodotto migliore in quando unisce l’efficacia dell’olio minerale biologico a quella di pesticidi specifici contro la cocciniglia. Bisogna spruzzare questo prodotto nelle zone più colpite, ma senza esagerare. Un utilizzo intensivo potrebbe infatti danneggiare la pianta. Inoltre, per una maggiore efficacia, dopo l’utilizzo è consigliabile non esporre la pianta alla luce diretta del sole.

Dopo aver utilizzato questi prodotti avrete sicuramente eliminato tutte le cocciniglie presenti e la pianta avrà certamente ripreso la sua vitalità. Nonostante ciò non dovete adagiarvi sugli allori in quanto la cocciniglia, soprattutto quella cotonosa, potrebbe tornare. Ecco i migliori consigli per non far ritornare questo fastidioso parassita.

4 consigli per prevenire una re-infestazione

Tieni a distanza le piante tra loro: questo fa in modo che qualunque infestazione futura, anche di altri parassiti che non siano cocciniglia cotonosa, sia localizzata solo su poche piante e non possa proliferare.

Bagnare la pianta: la cocciniglia cotonosa odia l’acqua e predilige ambienti secchi. Bagnare di tanto in tanto con uno spruzzino la pianta può aiutare molto durante la prevenzione.

Riduci la temperatura: se puoi abbassa un poco la temperatura. La cocciniglia predilige ambienti caldi e secchi.

Usa terreno sterile: se è possibile utilizza questo tipo di terriccio per evitare di mettere eventuali parassiti a contatto con la tua pianta.

Ricordo che questi consigli funzionano come prevenzione e non come metodo per eliminare la cocciniglia quando è già presente. Specialmente per la cocciniglia cotonosa vi invito ad agire subito prima che i danni siano troppo ingenti utilizzando i prodotti migliori sopracitati.

Cocciniglia come colorante

colorante coccinigliaUna particolarità sulla cocciniglia è che viene spesso usato come colorante, anche alimentare. Le femmine di una certa specie, la Dactylopius, secernono una sostanza rossa molto densa che usano in natura per proteggersi dai predatori. Questa viene estratta e lavorata per produrre un famoso e molto utilizzato colorante chiamato E 120. Nonostante venga utilizzato qualche volta per la colorazione di tessuti, il suo utilizzo principale è quello alimentare. La cocciniglia per esempio viene usata per la colorazione del liquore Alchermes; inoltre, prima dell’avvento dei coloranti azoici, veniva usato in prodotti di pasticceria, aperitivi, bitter, vermuth e altre bibite di colore rosso.

Conclusioni

La cocciniglia è un insetto parassita delle piante molto difficile da eliminare senza prodotti specifici. Rovina le piante e ne può causare la morte pertanto, se ne avete a che fare, bisogna eliminarla SUBITO. Per fare ciò si possono utilizzare prodotti che costano meno di 10 euro. Un costo molto basso per la salute delle vostre piante o del vostro orto.

Aspetto i vostri commenti positivi qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *